Seguite i consigli nell’articolo per evitare di fare scena muta o di compromettere l’esito del vostro colloquio.
Colloquio, Consigli

Che cosa rispondere alla domanda “Perché dovremmo assumerti”?

È la domanda più temuta dai candidati. Ma che potete affrontare al meglio, seguendo questi consigli.

Sono tante le domande che possono capitare durante un colloquio di lavoro. Alcune ricorrono con maggiore frequenza e servono al recruiter per “collezionare” elementi utili alla valutazione del candidato e al processo di selezione. Tra queste, una delle più temute, è sicuramente “Perché dovremmo assumere proprio te?”.

Una domanda, che ha l’obiettivo specifico di valutare quanto siete in linea con l’azienda e la sua cultura, ma che in alcuni casi sembra fatta per mettere in difficoltà il candidato. E poiché sono ancora tanti gli addetti alle risorse umane che continuano a porla, meglio non farsi cogliere impreparati. Seguite questi consigli utili che vi eviteranno di fare scena muta o di compromettere l’esito del vostro colloquio.

Leggete le 5 domande che dovreste fare al vostro recruiter.

Dimostrate di conoscere la cultura e i valori dell’azienda

Studiate con attenzione la mission, la vision e i valori dell’azienda per cui vi state proponendo. Approfondite le attività di responsabilità sociale e i progetti messi in campo per i dipendenti, le comunità e gli stakeholder. Una volta recuperate queste informazioni, provate a costruire una risposta che metta in luce la vostra conoscenza dell’azienda, il tempo che avete dedicato per acquisirla e, soprattutto, che possa dare di voi l’immagine del candidato perfetto per quella posizione e per quel tipo di cultura aziendale.

Mettete in luce il vostro interesse per il settore e le opportunità che propone

In questo caso, scegliete di spostare l’attenzione sul settore nel quale l’azienda opera. Lusso? Retail? Grande distribuzione? Nuove tecnologie? Informatevi sui siti specializzati e accreditati sulle opportunità, i trend e le ultime notizie del mercato di riferimento. Dimostrate di avere una conoscenza approfondita e professionale e mettetela in mostra con una risposta studiata e non superficiale.

In questo modo, riuscirete ad emergere come esperti del settore, oltre che come candidati realmente interessati e motivati.

Puntate su un giusto mix di competenze e soft skills

Evitate le formule scontate e generiche come “perché lavoro sodo e faccio bene il mio mestiere” oppure “perché sono il miglior candidato per questa posizione”. Ricordatevi che una risposta incentrata solo ed esclusivamente su se stessi, sulla propria vita o sulle proprie necessità, non è mai consigliata. Se volete mettere in mostra le vostre qualità, provate invece a rispondere con un mix sapiente di vostre competenze e soft skills. E spiegate come queste possono fare la differenza all’interno dell’azienda.

Adesso non vi resta che andare sul nostro sito e trovare tantissime opportunità lavorative per voi.